La paura di apparire…

Bisogna vivere come si pensa, altrimenti si finirà per pensare a come si è vissuto.
Paul Bourget

Le domande che in questi anni mi sono state poste sono un’importante fonte di ispirazione da cui nascono la gran parte dei miei articoli.
Vivo dal 2016 in camper, per me questo stile di vita è ormai naturale, non cerco più risposte e conferme come all’inizio: e quindi molti argomenti li trovo scontati ma effettivamente meritano un approfondimento.

Tempo fa scrissi la mia avversione verso le etichette, un testo che ti suggerisco di leggere. E’ importante.

Perché sono ostile alla categorizzazione delle persone?
Fondamentalmente perché generano un assembramento per titolare gli individui ed unirli in un unico pensiero, in una sola personalità come se si cercasse in qualche modo di unificare il più possibile la mentalità umana.

Questa presa di posizione mi ha aiutato non poco nel crescere nel secondo stadio della mia vita, da quando ho sposato l’irrazionalità a dispetto del razionale comune. Un pò come gli animali, cerco di agire d’istinto senza guardarmi troppo intorno.

Torniamo però al tema dell’articolo.
La lunga introduzione serve in realtà a rispondere ad una domanda che ha una replica complessa da elaborare.
Per moltissimi aspiranti alla vita in camper, il maggior timore è quello di essere etichettato come zingaro, rom.
Questa paura, se non affrontata nel profondo della propria filosofia, sarà sempre uno scoglio sul quale, come un’onda, ci s’ infrangerà.
Ecco quindi che diventa necessario lavorare su di noi, esattamente come ho fatto io quando ho desiderato cambiare non solo casa ma tutto il mio percorso futuro. Staccarsi dalla tortura delle etichette, dalla paura del diverso, dalle orme sulle quali tutti appoggiano i propri passi.

Dico sempre che non mi piace dare consigli.
Non è cattiveria, penso invece che ognuno di noi deve trovare la propria strada individualmente senza essere condizionati dal pensiero altrui.
Solo così si può raggiungere uno stato di assoluta certezza delle proprie possibilità.

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Nel 2016 sono stato folgorato da una profezia, abbandonare i muri di mattone per vivere in un camper mansardato di 6.5 metri. Nel 2017 è nato CIVICO ZERO, un contenitore in cui condivido il mio stile di vita lontano dagli stereotipi del pensiero comune della massa. Segui "CIVICO ZERO - La mia vita in camper" su BLOG - FACEBOOK - TWITTER - YOUTUBE - INSTAGRAM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: