• Home
  • /
  • BLOG
  • /
  • Le proposte delle associazioni del turismo itinerante al Ministro Garavaglia

Le proposte delle associazioni del turismo itinerante al Ministro Garavaglia

Si è svolto ieri, martedi 20 aprile, un incontro tra il Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, ed alcune Associazioni del settore del turismo all’aria aperta, tra le quali le sottoscritte: ACTItalia, AIASC, APC, Assocamp e Promocamp.

In agenda, il tema strategico dello sviluppo del turismo itinerante in Italia nei prossimi anni. Le Associazioni hanno evidenziato al Ministro Garavaglia le grandi potenzialità del turismo itinerante, proponendo l’inserimento nel Recovery Plan (PNRR) di un fondo da destinare alla creazione di aree di sosta camper comunali che – in Italia – risultano essere del tutto insufficienti ad accogliere il grande numero di turisti itineranti europei.

Lo sviluppo di queste strutture di accoglienza – hanno motivato le Associazioni – è essenziale per consentire il potenziamento del turismo in camper e permettere ai territori di beneficiare delle conseguenti ricadute economiche positive. Inoltre, una rete capillare di aree di sosta rappresenterebbe un ottimo contributo allo sviluppo del turismo, anche nei territori cosiddetti “minori”.

Le Associazioni hanno rappresentato al Ministro la necessità di un riordino della normativa sul turismo – Codice sul Turismo (D.L. 79/2011), per contestualizzare adeguatamente le aree sosta camper, che ad oggi vengono identificate solo come “strutture ricettive di mero supporto”.

Hanno inoltre chiesto al Ministro di contribuire a rendere le leggi regionali sul turismo più omogenee e favorevoli al turismo itinerante, in modo da eliminare le barriere burocratiche e normative che spesso impediscono a chi vuole realizzare un’area sosta camper, oltre ad operatori privati operanti nei settori agricolo, agrituristico, ristorativo ed enogastronomico, di accogliere i camper presso le proprie strutture.

Il Ministro ha chiesto alle Associazioni di stilare e fornire le linee guida di “best practice” che possano ispirare le leggi regionali sul turismo. Su tali linee guida si potrà poi avviare il confronto con le Regioni. Le Associazioni hanno accolto con grande favore la richiesta del Ministro ed hanno preso l’impegno a redigere ed inoltrare al Ministro in tempi brevi un documento contenente tutte le linee guida utili al fine di rimuovere gli ostacoli normativi per la creazione di aree di sosta camper private.

Un altro tema affrontato durante la riunione con il Ministro Garavaglia, è stato quello delle regole per muoversi in camper in tempo di pandemia. In caso di regioni gialle, la mobilità in camper e caravan dovrebbe essere consentita. In caso di arancione o rosso occorrerà invece implementare velocemente quanto previsto dal green pass europeo.

Tutte le indicazioni verranno comunque meglio specificate e confermate durante il prossimo Consiglio dei Ministri che si svolgerà nella seconda parte di questa settimana.

Il Ministro Garavaglia – manifestando interesse per il settore del turismo all’aria aperta – ha preso nota dei suggerimenti e delle richieste fatte dalle Associazioni ed ha invitato le Associazioni a proseguire il lavoro con l’obiettivo comune di promuovere lo sviluppo del turismo itinerante in Italia.

Per le Associazioni sono stati presenti all’incontro:
ACTITALIA (Associazione Campeggiatori Turistici d’Italia) – Presidente, Guido Chiari – presidente@actitalia.it
AIASC (Associazione Italiana Aree di Sosta Camper) – Vicepresidente, Gianluca Tomellini – info@aiasc.it
APC (Associazione Produttori Caravan e Camper) – Direttore Generale, Ludovica Sanpaolesi – ludovica.sanpaolesi@apcitalia.com
ASSOCAMP (Associazione Concessionari)– Presidente, Ester Bordino – presidenteassocamp@assocamp.com
PROMOCAMP (Associazione imprenditori e operatori del turismo all’aria aperta) – Presidente, Luigi Baschetti –
info@promocamp.com


FONTE: www.actitalia.it

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Nel 2016 sono stato folgorato da una profezia, abbandonare i muri di mattone per vivere in un camper mansardato di 6.5 metri. Nel 2017 è nato CIVICO ZERO, un contenitore in cui condivido il mio stile di vita lontano dagli stereotipi del pensiero comune della massa. Segui "CIVICO ZERO - La mia vita in camper" su BLOG - FACEBOOK - TWITTER - YOUTUBE - INSTAGRAM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: