• Home
  • /
  • BLOG
  • /
  • Perché il BLOG di Civico Zero?

Perché il BLOG di Civico Zero?

Nel 2017 quando ho dato vita al progetto “CIVICO ZERO – La mia vita in camper”, vivevo sul mio Rimor 648 da pochi mesi.

Preso dall’entusiasmo del nuovo percorso della mia vita, scelsi questo nome che stava a significare la liberazione dal numero civico dopo 48 anni di vita condominiale e stanziale.

Tramite questo progetto volevo aiutare, con la mia esperienza, chi si metteva in gioco per cambiare direzione in un percorso decisamente lontano dagli stereotipi comuni.

Civico Zero nacque dapprima con un blog, poi con una pagina Facebook ed un canale YouTube.
In seguito diedi vita al gruppo Facebook, al canale Instagram ed al profilo Twitter.
Ma il blog durò poco perché feci l’ errore che ancora adesso fanno tutti: arrivare subito e ovunque.

I social più famosi ammaliano mettendoti a disposizione una vetrina vastissima e soprattutto gratuita: è facile cascare nel loro tranello.
Oggi chiunque affronta questa esperienza di vita, apre istantaneamente un canale YouTube per proporre la sua novità col risultato di affollare un settore ormai saturo e, a parere mio, privo di personalità ove tutti fanno il verso di tutti.

E così nel 2020 ho invertito la rotta ridando vita ad un nuovo blog.
Perché?

Il motivo risiede principalmente nel mio essere controcorrente “ad ogni costo”.
Se la massa sceglie in coro una strada, io di conseguenza viro, e di netto.
Questo non significa che abbandonerò i canali social più gettonati, ma il mio primo mezzo di comunicazione, oggi, è diventato questo.

Nessuno ha più voglia di scrivere perché richiede tempo, tanta passione e forse anche una certa capacità nel comunicare: in un VLOG (canale video) puoi sbagliare un aggettivo od un verbo ai quali pochi faranno caso, su una pagina scritta non puoi permetterti simili errori.

I pochi blog italiani in tema sono vetrine per lo più pubblicitarie o peggio con contenuti scopiazzati da altri. Nel primo caso può starci perché il mantenimento in termini di tempo e denaro di un sito internet ha necessità di essere ripagato. “Rubare” gli articoli altrui è invece molto grave e denota incapacità nel comunicare, meschinità, mancanza di personalità, idee e passione dello scrittore.


Nel blog risiede anche un diverso concetto di libertà editoriale.
I canali social non sono casa tua e può facilmente accadere di essere filtrati dagli algoritmi proprietari, qui invece non hai censura ed i contenuti proposti sono accessibili a chiunque anche senza registrazione.

Un altro vantaggio di un sito internet, è quello di poter aggiornare i contenuti in qualsiasi momento: modificare un video invece richiede molto tempo ed il rischio è quello di confondere il messaggio iniziale.

Eccoti riassunto il motivo della decisione di privilegiare il blog rispetto ai canali social: mettere a disposizione un database proprietario, facilmente consultabile, accessibile a chiunque, che racchiude la mia esperienza scritta in termini di suggerimenti e proposte per chiunque voglia seguire il mio percorso.





Facebooktwitteryoutubeinstagram

Nel 2016 sono stato folgorato da una profezia, abbandonare i muri di mattone per vivere in un camper mansardato di 6.5 metri. Nel 2017 è nato CIVICO ZERO, un contenitore in cui condivido il mio stile di vita lontano dagli stereotipi del pensiero comune della massa. Segui "CIVICO ZERO - La mia vita in camper" su BLOG - FACEBOOK - TWITTER - YOUTUBE - INSTAGRAM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: