• Home
  • /
  • VIAGGI
  • /
  • Turismo culturale: scopriamo Ravenna…in camper

Turismo culturale: scopriamo Ravenna…in camper

Arte, cultura, natura, grandi spazi e accoglienza romagnola. In una sola parola RAVENNA.
Dove parcheggiare il camper e cosa vedere in questa storica città

Otto monumenti UNESCO, capitale mondiale del mosaico, natura, spazi infiniti, cultura gastronomica e cordialità romagnola.
Ravenna è la città più importante della Romagna (non lo dico io che sono ampiamente di parte…) il cui territorio è, per superficie, secondo solo a quello di Roma!

Capitale italiana per tre volte, è inserita nella lista dei siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
Questa introduzione dovrebbe essere sufficiente a stuzzicare l’appetito di ogni turista. Ed infatti è una delle mete preferite dai turisti stranieri, meno da quelli italiani (che vergogna).


COSA VEDERE A RAVENNA

Ravenna città d’arte e con una storia importante racchiusa nei suoi monumenti.
Il suo centro storico è sede di uno dei monumenti più importanti della nostra storia, la TOMBA DI DANTE.
Adiacente al CONVENTO DI SAN FRANCESCO ed eretta nel 1781, il tempietto ospita le spoglie del DIVIN POETA custodite in un sarcofago di epoca romana.

Lasciata la culla del nostro più grande poeta, si arriva nella regina del centro storico Ravennate, PIAZZA DEL POPOLO.
Il perimetro dell’antica piazza (XIII secolo) è colmo di imponenti palazzi.

PALAZZO APOSTOLICO ex RETTORE DI ROMAGNA (1295), PALAZZO MERLATO oggi il palazzo Comunale (prima PALAZZO BERNARDINO DA POLENTA), l’ex sede dalla BANCA NAZIONALE DEL LAVORO che è collegata con una volta alla PREFETTURA ed il PALAZZO RASPONI DEL SALE attualmente sede Unicredit.


I MOSAICI

Camminando nel centro storico, con opere più o meno recenti, Ravenna ricorda che è la CAPITALE MONDIALE DEL MOSAICO ANTICO.
Queste stupende decorazioni si possono vedere ed ammirare nel pieno della loro unicità nei vari monumenti storici simbolo della città.

Nel MAUSOLEO DI GALLA PALCIDIA (V secolo), nel BATTISTERO NEONIANO ( o BATTISTERO degli ORTODOSSI), nel BATTISTERO degli ARIANI (opera del Re Teodorico), nella BASILICA DI SANT’APOLLINARE NUOVO, nella CAPPELLA ARCIVESCOVALE, nella BASILICA di SAN VITALE, e ancora nella BASILICA DI SANT’APOLLINARE IN CLASSE che sorge nell’antico porto di Classe.

Hai capito perché è la capitale mondiale del mosaico antico?
Ovviamente la lunga lista di monumenti continua fra Duomi, Chiese e palazzi storici che meritano una visita accurata.

DOVE SOSTARE IN CAMPER

Ravenna dispone di tre parcheggi attrezzati comunali e siti in posizione strategica per visitare comodamente la città.

Il più vicino al centro storico (10 minuti a piedi) è quello di Piazza della Resistenza, al costo di €2.25 al giorno e dotato di camper service.
Il lunedì e giovedì pomeriggio è sede di un invitante mercatino alimentare di produttori locali peraltro con ottimi prezzi.

Il grande e bellissimo Parco di Teodorico (sede dell’imponente opera funeraria dell’epoca ostrogota il MAUSOLEO DI TEODORICO), è abitato da simpaticissime anatre e altrettanti animaletti selvatici ed ha annesso un capace parcheggio misto auto/camper con camper service, il tutto ad uso gratuito.
Si trova in via Chiavica Romea 86 ed il centro storico dista 20/30 minuti a piedi.

Infine, Ravenna mette a disposizione dei camperisti un bel parcheggio misto bus/camper affianco alla BASILICA DI SANT’APOLLINARE IN CLASSE al costo di €2.25 al giorno e dotato di camper service.

Sottolineo, semmai ce ne fosse bisogno, che l’uso di queste strutture comunali è solo ed esclusivamente a titolo di parcheggio.
Quindi non si può campeggiare come in una struttura organizzata aprendo tendalini, usando sedie e tavoli e peggio barbecue (come è successo in passato ad opera dei soliti megalomani).

E LA GASTRONOMIA?

Beh, siamo in piena Romagna e l’appetito è scontato.

La PIADINA, i passatelli in brodo, le tagliatelle, gli S-cifuloti, i cappelletti, i brodetti, gli insaccati, lo Squacquerone, i formaggi di Fossa, il Fricò, il mandorlotto e le piadine dolci.
Il tutto accompagnato da splendidi Albana di Romagna, da Sangiovese o Trebbiano.

Non ho locali particolari da segnalare ma sicuramente Ravenna offre molta scelta per tutti i gusti e per tutte le tasche.
Il centro storico (e non) è zeppo di piadinerie, trattorie, ristoranti, bar e locande antiche che offrono ogni proposta culinaria.


RAVENNA E DINTORNI

A MARINA DI RAVENNA, vale la visita il molo Zaccagnini che si estende per 2,5 chilometri in mezzo al mare. In una giornata mite, una passeggiata a piedi o in bicicletta è sicuramente piacevole e molto emozionante.

Un pò più a Sud, a CERVIA, si possono ammirare le Saline omonime.
Site all’interno del suggestivo parco del delta del Po, le saline donano il pregiato Sale di Cervia.
Famoso per le sue qualità, il sale integrale ma soprattutto dolce si presta ad essere largamente utilizzato in cucina.
Le Saline ospitano numerosi Fenicotteri ed altrettanti Cavalieri d’Italia.
I tramonti sono spettacolari, avvolti fra i riflessi rosacei delle vasche.

Il piccolo e piacevole centro di CERVIA, pieno di locali e ristoranti, può essere motivo di un piacevole pranzo in riva al canale oppure presso uno dei tanti stabilimenti balneari sul lungomare aperti anche a pranzo nei mesi meno miti.

Dalla parte opposta, a Nord, COMACCHIO è una meta che non pUò mancare nel vostro diario di viaggio.
Chiamata la PICCOLA VENEZIA, sorge all’interno del Delta del Po su isolotti circondati dall’acqua.

È un borgo particolarmente romantico ma che ospita molti ed interessanti monumenti storici che meritano la visita turistica.
Si può parcheggiare in camper un pò ovunque, io ho sostato gratuitamente nel parcheggio di via dello Squero 20 assieme a molti altri camperisti.

Nel 2016 sono stato folgorato da una profezia, abbandonare i muri di mattone per vivere in un camper mansardato di 6.5 metri. Nel 2017 è nato CIVICO ZERO, il più grande diario di bordo di vita in camper. Segui "CIVICO ZERO - La mia vita in camper" su BLOG - FACEBOOK - TWITTER - YOUTUBE - INSTAGRAM