• Home
  • /
  • VIAGGIARE
  • /
  • Viaggi indimenticabili – Gran Sasso d’Italia

Viaggi indimenticabili – Gran Sasso d’Italia

Il Gran Sasso è stata la montagna più gettonata della mia vita.
Ma ciò che è sempre mancato in quelle escursioni, era viverla a 360°, notte e giorno, ed il camper mi ha dato questa possibilità.


Parcheggiare sul Gran Sasso non è un problema: gli spazi sono immensi e anche in piena estate puoi sostare in assoluta tranquillità e “solitudine”. Sarai svegliato forse da qualche campanaccio delle mucche al pascolo, o dal belare delle pecore.
Queste immagini, scattate in Agosto, sono a conferma di quanto ho scritto.




L’escursione “tappa fissa” delle mie visite su questa maestosa montagna abruzzese, è quella che parte da Campo Imperatore per raggiungere il Rifugio Duca degli Abruzzi, salendo dal lato destro della vetta.
Questa volta però, ho deciso di fare questo percorso la mattina presto, alle 4, per poter ammirare l’alba da 2400 metri.


Una notte bellissima, quella del 15 Agosto, accompagnato dalle stelle cadenti e da un’infinità di astri che avvolgevano il cielo. A farmi luce, una luminosa Luna calante ed una torcia, indispensabile per poter vedere il ripido e scosceso percorso verso il rifugio.

Dopo un’oretta di cammino al fresco delle prime ore mattutine, finalmente giungo in vetta dove ritrovo gli splendidi panorami di sempre: ma questa volta c’è una timida luce rossastra, quella dell’alba, a fare da contorno ad un meraviglioso paesaggio. Impossibile descriverlo a parole, restrittivo immortalarlo con una foto. Sono momenti che vanno vissuti per essere pienamente capiti ed apprezzati.

Sono a 2388 metri, sulla Cresta del Monte Portella, di fronte la maestosità del Corno Grande e delle principali vette del massiccio montuoso. A dominare l’emozione c’è il silenzio assoluto ed una vastità di spazi che dilatano i pensieri.

La visita al rifugio è d’obbligo: quattro chiacchere con i ragazzi che ogni mattina portano su per il sentiero i viveri per i turisti ed una tazza di caffè americano bollente concludono questa fantastica esperienza che sicuramente ripeterò in futuro.

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Nel 2016 sono stato folgorato da una profezia, abbandonare i muri di mattone per vivere in un camper mansardato di 6.5 metri. Nel 2017 è nato CIVICO ZERO, un contenitore in cui condivido il mio stile di vita lontano dagli stereotipi del pensiero comune della massa. Segui "CIVICO ZERO - La mia vita in camper" su BLOG - FACEBOOK - TWITTER - YOUTUBE - INSTAGRAM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: