• Home
  • /
  • VIAGGIARE
  • /
  • Viaggi indimenticabili: un’estate in camper in Piemonte – P1 – Saluzzo e Castellar

Viaggi indimenticabili: un’estate in camper in Piemonte – P1 – Saluzzo e Castellar

Abbiamo vissuto oltre un mese il Piemonte in piena estate, accolti da un paesaggio naturalistico incredibile e da temperature miti, usufruendo di aree attrezzate gratuite messe a disposizione dai comuni per i camperisti

PRIMA PARTE


Ammetto che mi sono stupito quando, aperta la fedelissima APP Park4night, ho trovato in questa regione un’infinità di aree d’accoglienza per camperisti, soprattutto tantissime quelle comunali messe a disposizione gratuitamente ai viaggiatori itineranti.

Il Piemonte era la patria di mio papà, l’ho girato tantissime volte da bambino e l’ho anche vissuto durante il periodo del servizio militare negli alpini.

SALUZZO

Ed infatti proprio a Saluzzo ho prestato 11 mesi di servizio militare nel 1987 di cui ho ricordi incredibili.

Così come incredibile è rivedere oggi quel paesino ripopolato e quel che rimane della vecchia caserma Mario Musso, oggi punto d’incontro ricreativo.

Questo importante borgo in provincia di Cuneo (a proposito, Cuneo è la provincia più grande del Piemonte, la terza in Italia dopo Bolzano e Foggia) è stata la prima tappa del nostro insediamento piemontese durato 45 giorni.

Saluzzo fu capitale per più di 4 secoli del marchesato a cui diede il nome.
E’ uno dei borghi medievali meglio conservati piemontesi ed è sede vescovile.

Sorge ai piedi del Monviso, abbracciata dalle valli Po, Bronda e Varaita e gode di uno splendido clima estivo che dà vita ad un’ampissima varietà di vegetazione impensabile vista la sua posizione geografica.



Saluzzo mette a disposizione dei camperisti una bellissima area di sosta attrezzata (sosta e scarico -non nautico- gratuiti e corrente ed acqua a pagamento) in posizione strategica in via Gianbattista Bodoni n.6 (si arriva con Google Maps ed è ampiamente indicata da cartelli stradali), a pochi passi dal centro storico e dal giardino botanico di acclimatazione di Villa Brichesario.

Proprio il giardino botanico (via Bodoni 88 – ingresso 5 euro) è una meta imperdibile per la cura con cui è mantenuto ma soprattutto per la varietà floristica che accoglie.

Imperdibile anche il bellissimo Duomo (piazza Giuseppe Garibaldi) dedicato a Maria Vergine Assunta e costruito alla fine del 1500.

Non sono un amante delle opere architettoniche ma questa cattedrale merita assolutamente la visita.
Se poi avrete la nostra stessa fortuna di incontrare il volontario che spesso è presente all’ingresso, il tour avrà ancor più valore perché con gentilezza e moltissima passione vi descriverà ogni dettaglio relativo a questa meravigliosa chiesa.


Sulle alture di Saluzzo potrete visitare la Chiesa di san Giovanni, la Castiglia e la Torre Civica: sono parte della storia del borgo e sono raggiungibili a piedi senza problemi.

CASTELLAR
Dopo qualche giorno ci siamo spostati per una settimana di relax a Castellar, a 5 km da Saluzzo.
Il paesino non offre molto ma sorge sotto un antico castello del 1350 che domina dall’alto con la sua imponenza.



A Castellar, la tradizionale accoglienza turistica piemontese si ripete: attorniata da alberi e coltivazioni di mele e mirtilli e vicina ad una parco attrezzato di barbecue, a disposizione dei camperisti c’è una perfetta area attrezzata completamente gratuita con C/S e corrente ed una fontana fra gli stalli.

Non mancano dei pulitissimi servizi igienici nei pressi del vicino campetto di calcio e dei comodi lavatoi, anche per le stoviglie.

La raccolta rifiuti è presso il piccolo paese dove ci sono 2 ottime osterie ed un bar che fa un caffè buonissimo (e se lo dice Monica…)

Qui abbiamo conosciuto 4 camperisti con cui siamo entrati subito in sintonia e che ci hanno tenuti compagnia per tutta la settimana.

L’indirizzo dell’area è via Salalait ma vi ci porta Google Maps cercando area camper Castellar.


FINE PRIMA PARTE
CONTINUA……

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Nel 2016 sono stato folgorato da una profezia, abbandonare i muri di mattone per vivere in un camper mansardato di 6.5 metri. Nel 2017 è nato CIVICO ZERO, un contenitore in cui condivido il mio stile di vita lontano dagli stereotipi del pensiero comune della massa. Segui "CIVICO ZERO - La mia vita in camper" su BLOG - FACEBOOK - TWITTER - YOUTUBE - INSTAGRAM

Rispondi all'articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: